TOP

versione accessibile
magzine.it
12.07.2013 - Internet

"Il milanese imbruttito", la pagina Facebook diventata cocktail

Ecco il racconto dei fondatori del profilo con 130mila iscritti, a cui adesso è stato dedicato un aperitivo 

luca pierattini (magzine)

Centotrentamila “Mi piace” in quattro mesi. Sono questi i numeri della pagina Facebook “Il milanese imbruttito” creata da Tommaso, Federico e Marco, tre giovani milanesi che lavorano nel campo della post-produzione audio. Il profilo è nato per raccontare in chiave ironica stereotipi, modi di dire e (mal) costumi del milanese moderno. «L’idea è nata per scherzo in ufficio, – confessano i tre – ci siamo messi ad osservare il mondo che ci circondava, dal cliente che entrava in ufficio fino alle persone attorno a noi in pausa pranzo e unendo il tutto abbiamo inventato la figura tragicomica del milanese imbruttito. Il bello è stato dopo, quando le persone hanno cominciato a riconoscersi nel personaggio». I tre ragazzi preferiscono mantenere l’anonimato («fin qui ha giocato a nostro favore») ma l’espansione che hanno ottenuto è stata forte: in sole due settimane avevano già 60mila fan e ancora oggi viaggiano ad una media di 2mila nuovi “like” a settimana. «Non ci aspettavamo tutto questo successo, adesso tra messaggi su facebook, mail e bacheca, riceviamo suggerimenti continuamente. C’è molta partecipazione da parte delle persone, ad esempio la rubrica sui ‘parcheggi creativi’ si basa proprio sui contributi che ci arrivano: vedono un parcheggio fatto male, fanno una foto e ce la inviano».
 

Un’idea nata per gioco tra colleghi che si sta trasformando in una vera e propria start-up, tanto da meritarsi la menzione della Camera di Commercio di Milano, tra le realtà da coinvolgere per Expo 2015. «Ci hanno contattato per intervenire durante i Tavoli giovani dell’Expo, - affermano i tre ragazzi - dove abbiamo presentato il nostro progetto riscuotendo un buon successo. Ci hanno chiesto di collaborare e ora siamo al lavoro per pensare al progetto in vista del 2015. Sicuramente vogliamo continuare ad evolverci dal punto di vista dei contenuti, aprendo anche a nuove produzioni video ed audio. Inoltre vogliamo aprire una nostra piattaforma e far incontrare la community che si sta formando intorno alla nostra pagina anche offline, con eventi, serate e momenti di aggregazione». Il primo di questi è stato dare il nome ad un cocktail.  Lo scorso 4 luglio è stato presentato l'imbruttito, un’idea del bar "Le biciclette" che ha trovato il sostegno dei tre fondatori. «I proprietari ci hanno contattato dicendoci, ragazzi vogliamo lanciare un aperitivo dedicato al milanese imbruttito. Da lì è nata l’idea che adesso abbiamo deciso di lanciare in altre due serate (giovedì prossimo al "Metropolis" e il 28 luglio al "Beach Club" di Forte dei Marmi), di modo tale da far conoscere il drink». Ma far soldi non è lo scopo principale. «Monetizzare non era il nostro obiettivo e non lo è tutt’ora, curiamo questo profilo perchè è una cosa che ci piace e ci diverte. Se puntassimo ai soldi si perderebbe tutta quella spontaneità che c’è adesso».


Tra le frasi raccolte sulla pagina, qual è la più divertente? «Ne scegliamo due: “Utilizza il plurale per delegare”, così di fatto parla tanto ma alla fine non fa niente. L’altra invece è “il milanese imbruttito guarda alla pagina del milanese imbruttito e se la ghigna pensando ‘sono io’” che alla fine riassume la nostra idea ed è la chiave del perchè tutto questo funziona. Tutto è nato in maniera autoironica, perchè alla fine anche noi siamo superimbruttiti».

 

Twitter di mag | zine

FOOTER